porto da Détroit de Kanmon
Cerca la tua crociera ideale
crociere crociere.com I nostri porti crociere per Détroit de Kanmon

crociere per Détroit de Kanmon

0
Attualmente nessuna crociera è disponible
Cerca la tua crociera ideale
Selezionare una delle opzioni qui sopra
Focus su Détroit de Kanmon

Geografia - posizione e attrazioni

Le due isole del Giappone , Honshū e Kyūshū, sono separate dallo Stretto di Kanmon, detto anche Stretto di Shimonoseki. Nel 1973, il ponte di Kanmon, lungo 1068 metri, è stato costruito per collegare le due isole tra le città di Shimonoseki e Kita-Kyushu; si tratta del ponte più importante dello Stretto. Tre tunnel in cui transitano i treni collegano anche le due isole: il tunnel di Shin Kanmon è il più lungo, con 18.713 metri.

Le navi da crociera che percorrono lo Stretto attraccano al porto di Shimonoseki, sull'isola di Honshū. Immergiti nell'atmosfera locale visitando il mercato di Karato Ichiba, una delle zone più frequentate della città. Tra gli stand, troverai il famoso fugu o pesce palla, una specie mortale, ma che perde tutta la sua tossicità se ben preparato. Scopri anche la città di Shimonoseki sotto il suo aspetto tradizionale visitando alcuni quartieri come quello di Chōfu, che ospita vecchie case di samurai splendidamente conservate.


Cultura e gastronomia

Ogni anno a maggio, la città di Shimonoseki celebra il Festival di Shimonoseki Kaikyo. Si tratta di una festa dedicata alla commemorazione della battaglia navale sul Dan-no-Ura nello Stretto di Kanmon, che contrappose Genji a Heike e che ha avuto luogo nel XII secolo. Oltre 80 imbarcazioni sfilano lungo lo Stretto per una rappresentazione della battaglia finale. Durante l'evento, le donne vestite con bellissimi kimono si recano al santuario di Akama jingu per piangere l'imperatore Antoku. Quest'ultimo perse la vita durante la guerra di Genpei in seguito alla sconfitta del suo clan.

A settembre, si tiene la cerimonia annuale dei fugu per celebrare la fine della stagione di pesca dei fugu e chiedere alla divinità Kami di rendere la prossima stagione di pesca migliore della precedente. Alla cerimonia partecipano principalmente ristoratori, commercianti e funzionari del settore. Non mancare di assaggiare questo pesce. Si può gustare fritto o alla griglia, sotto forma di zuppa, sashimi (tagliato in sottili strisce traslucide) o fonduta.


Luoghi da visitare e attività in loco

Una sosta nella città di Shimonoseki promette belle scoperte. Fai una visita al sentiero Furue Shoji che circonda le mura della facciata dell'antico castello di Kushizaki. È uno dei castelli della città, il cui accesso era impossibile ai nemici grazie al suo labirinto. Per ammirare la città nel suo complesso, fai una breve escursione al parco Hinoyama. Questo, si trova sulla cima del monte Kanmon e ha un osservatorio che offre una vista mozzafiato sullo Stretto di Kanmon, sul campo di battaglia Dan-no-Ura e sul mare interno di Seto.

Per ammirare il museo della città, dirigiti verso il quartiere di Shimonoseki Shiritsu Kōo Hakubutsukan dove troverai il museo archeologico comunale. Questo museo espone importanti collezioni di oggetti e reperti risalenti alle epoche di Yayoi e Kofun. Il porto di Moji-kô propone un museo dedicato allo stretto, che racconta la storia del luogo, in particolare l'importanza delle battaglie navali, ma anche la vita quotidiana intorno allo stretto. Il porto, prospero all'inizio del XX secolo, oggi offre un'atmosfera nostalgica, molti edifici d'epoca e magazzini vuoti compongono la città. È possibile camminare (15 minuti) attraverso il tunnel di Kanmon fino all'isola di Honshû.


Itinerario ideale per scoprire la città in 4 ore

Durante un breve tour di Shimonoseki potrai visitare i siti turistici più popolari, tra cui l'Acquario di Kaikyo-kan. Costruito nel 2001, questo acquario situato vicino al porto è composto da 75 vasche che ospitano oltre 550 specie di pesci, ma anche delfini, pinguini, focene e leoni marini.

Poi recati a nord-est del porto per vedere il santuario di Akama-jingu, un tempio shintoista dedicato all'imperatore Antoku, morto durante la battaglia navale di Genpei, e a Taira-no-Tokiko, sua nonna che lo aiutò a guidare il clan di Heike. Questo tempio ospita un museo che espone oggetti di valore che ripercorrono la storia della Heike. Sempre in questa parte settentrionale della città, poco più lontano dal santuario, sorge il quartiere di Chōfu che ospita le residenze dei samurai di Chōfu-han del periodo Edo. Queste case costruite tra il 1603 e il 1868 sono state inserite nella lista dei beni culturali della città.

Destinazioni
Trovare il miglior prezzo ...
Ci vorranno tra 20 e 30 secondi.
Prenota la tua crociera al
Lun.Ven. 9:00/20:00   Sab. 9:00/20:00   Dom. 9:00/19:00